Leggere un libro con le orecchie è possibile? sì, con gli audio - libri!


Oggi parliamo di AUDIO – LIBRI, ne avete mai sentito parlare?

Gli audio – libri sono dei libri che vengono “letti” da qualcuno e poi registrati in modo che possano essere riascoltati facilmente dalle persone che invece di leggere direttamente in autonomia il libro preferiscono ascoltarlo. Molti di voi ricorderanno i vecchi audio – libri pensati per i bambini, in cui una voce leggeva le favole… la logica è esattamente la stessa!


Perché utilizzare gli audio – libri invece di leggere direttamente un libro cartaceo o tramite Kindle e simili?

In molti in questi giorni, vista la mia iniziativa di creare uno spazio sulla mia pagina Instagramrispetto alla “biblioterapia” e “letteratura per l’infanzia”, mi avete scritto dicendo che nell’estate non avete “letto” molto, ma avete piuttosto “ascoltato” molto e, come promesso, ho deciso di dedicare un articolo a questo tema.


Gli audio – libri sono una bella possibilità per tutte quelle persone che fanno fatica a leggere e per tutti coloro che non hanno molto tempo a disposizione per mettersi in relax sulla poltrona a leggere qualche pagina… ad esempio:



- Gli audio – libri sono utili per chi ha un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA), in particolare Dislessia,e che pertanto fa fatica a leggere.


Cosa si intende per “fatica nel leggere”?

Si intende che gli individui dislessici fanno più fatica rispetto alle persone che leggono “normalmente” a decifrare i caratteri (ovvero le lettere), tradurli in suoni e significati;


Per questo motivo molto spesso per comprendere i contenuti (ad esempio scolastici) gli studenti dislessici devono leggere con più lentezza, ma anche più fatica perché decifrare costantemente i caratteri delle parole che si leggono può essere molto stancante.


Normalmente, invece, chi non ha difficoltà nella lettura utilizza gli “automatismi”, ovvero una volta imparato a leggere correttamente non ha più bisogno di leggere ogni singolo carattere e poi recuperare la parola integralmente, ma procede più rapidamente (la logica del normale lettore è un po’ la logica dell’automobilista: una volta imparato a guidare non si dovrà pensare ai singoli atti meccanici per guidare, come ad esempio spingere la frizione, cambiare marcia, ecc.. ma lo si farà in automatico; uguale per la lettura se non si hanno particolari difficoltà, mentre se si è dislessici non sarà così automatico e bisognerà sempre pensare, mantenendo la metafora, a come spingere la frizione, cambiare marcia ecc…);


Gli audio – libri sostituiscono allora per gli individui dislessici l’imparare a leggere in autonomia i libri?

ASSOLUTAMENTE NO!


Gli audio – libri sono un “trucchetto” per avvicinare persone con dislessia alla lettura perché altrimenti la maggior parte delle persone con difficoltà nella lettura non avrebbe voglia, nel proprio tempo libero, di fare qualcosa di faticoso ed impegnativo.


Voi avreste voglia di passare il vostro tempo libero a fare qualcosa che non vi piace e che vi risulta difficile?

No! E così nemmeno le persone dislessiche hanno, nella maggior parte dei casi (ma non tutti!) voglia di dedicarsi nel tempo libero alla lettura.


Esiste uno stereotipo per cui “ai dislessici non piace leggere”...FALSO!

Alle persone con dislessia molto spesso piace sentire storie, racconti, imparare cose nuove, lasciarsi incuriosire da una trama (altrimenti saremo di fronte a persone che non guardano nemmeno film o serie tv) solo che a livello proprio di funzionamento e struttura cerebrale il soggetto dislessico ha più facilità a prestare attenzione ed apprendere attraverso il canale audio – visivo e dunque quello grafico risulta più faticoso e molto spesso trascurato nel tempo libero. NON è dunque vero che alle persone dislessiche non piaccia leggere se per “leggere” si intende quanto detto poco fa, quindi appassionarsi ad una trama, a dei personaggi, a degli argomenti. Gli audio – libri rappresentano una valida alternativa per mantenere il piacere della lettura (scoprire cose nuove, appassionarsi a belle trame, approfondire cose ritenute interessanti) nonostante la fatica che si proverebbe nel mettersi di fronte ad un testo scritto;



- Gli audio – libri sono perfetti per tutte quelle persone che svolgono lavori particolarmente impegnativi (a livello fisico e/o intellettuale) e dunque nel tempo libero hanno difficoltà a dedicarsi all’attività della lettura;per esempio, moltissimi studenti passano tutto il giorno sui libri e quindi, quando si trovano a voler leggere un libro per piacere (ad esempio un nuovo romanzo appena uscito) rinunciano perché è stancante rimettersi di fronte ad un libro dopo essere stati di fronte a testi scritti tutto il giorno. In questo senso leggere attraverso gli “audio” può essere una valida opzione, quando si è a letto o quando si sta facendo la doccia oppure quando si è a correre; stessa cosa per quelle persone che hanno turni di lavoro molto intensi con poche pause e alla sera sono molto stanche e non vedono l’ora di andare a dormire, pur col dispiacere di non essere riusciti a leggere niente negli ultimi mesi; anche in questo caso può essere bello provare ad ascoltare un audio – libro mentre si è su un treno o in automobile (così come si ascolterebbe la radio) oppure mentre si mangia un panino in pausa pranzo;



- Gli audio – libri sono pensati anche per tutte quelle persone che si trovano a dover fare attività routinarie in casa (fare la lavatrice, stirare ecc…) e quindi non hanno molto tempo per sé o per mettersi in relax sul divano; invece di guardare la televisione mentre si stira, per esempio, si possono indossare le cuffie e si può ascoltare liberamente qualcuno che ci legge un libro! In questo modo, mentre faremo una cosa che “va fatta” (incombenze quotidiane nel mantenere una casa) si potrà anche fare una cosa che “ci piace”!

Questi sono solo alcuni esempi, tra quelli più frequenti, ma ovviamente ci possono essere altri milioni di motivi per cui una persona potrebbe preferire un audio – libro, come per esempio il semplice PIACERE dell’ascolto! C’è chi, per carattere, preferisce ascoltare (musica, podcast, sentire video in background su YouTube).

A voi è mai capitato di dedicarvi agli audio – libri per altri motivi non citati in questo articolo?

Concludo l’articolo con alcuni suggerimentiper chi volesse provare ad utilizzare gli audio – libri per regalarsi un po’ di tempo per sé oppure per chi volesse provare a proporre questa modalità ai propri figli o alunni in modo da farli appassionare alla lettura utilizzando un canale per loro più familiare:


- Esistono molti siti per scaricare gratuitamente audio – libri,anche se molto spesso sono siti che hanno a disposizione romanzi classici, ma pochi libri di letteratura moderna; vi rimando all’articolo molto chiaro di “Libreriamo”, che parla proprio di questo: https://libreriamo.it/libri/tutti-siti-dove-scaricare-audiolibri-gratis-legalmente/


È possibile trovare gratuitamente alcuni audio libri anche su Youtube (digitando titolo + “audiolibro”) oppure Spotify (andando a frugare tra i Podcast, altro argomento di cui in futuro vi parlerò);


- Anche Amazon si è cimentato negli audio – libri, proponendo la App “AUDIBLE” (https://www.audible.it/ep/audiolibri-da-ascoltare) che ho sperimentato personalmente e che ho trovato molto ben fatta; Amazon sta aggiornando la libreria online molto frequentemente e il catalogo di libri disponibili in app aumenta di giorno in giorno ed è possibile trovarvi molti generi (classici, thriller, gialli, storici ecc…). E’ possibile provare la versione gratuita per 30 giorni e poi decidere se proseguire a 9,99 euro al mese (libri illimitati, ascoltabili anche offline senza utilizzare GB);


- Stessa cosa per StoryTell (www.storytell.com) , che permettere di effettuare una prova gratuita per 14 o 30 giorni e poi di abbonarsi a 9,99 euro al mese con la stessa formula di Amazon;


Un chiarimento per gli insegnanti o i genitori che stanno leggendo e che temono che ascoltare un libro significhi "disimparare a leggere" (timore più che legittimo!): ci tengo a specificare che gli audio – libri NON sostituiscono l’importanza dell’apprendimento della lettura; è essenziale che tutti i bambini e ragazzi siano in grado di leggere correttamente e gli audio – libri non vanno proposti in sostituzione alla lettura in autonomia;


gli audio – libri sono, tuttavia, una valida possibilità per mantenere una passione (quella della lettura, appunto) anche quando non si ha il tempo o le forze per mettersi di fronte ad un libro a fine giornata. L’audio – libro è un qualcosa in PIU’ per i bambini, ragazzi e adulti che vogliano leggere, non è qualcosa in MENO rispetto alla loro istruzione. È uno strumento che abbiamo per fare qualcosa che ci piace anche durante attività routinarie e che non ci piacciono, è uno strumento per avvicinare tutti alla lettura e non per “disimparare” a leggere autonomamente.


Buon divertimento e buon ascolto!